Finalità

Il Centro di Educazione Ambientale WWF realizzato in accordo con l’Amministrazione comunale e in collaborazione con WWF Italia, ha lo scopo dell'educazione ambientale non come diffusione di semplici nozioni naturalistiche o scientifiche, ma come mezzo per suscitare nei giovani una maggiore consapevolezza sui problemi ambientali avviando assieme un cambiamento culturale che consideri l'ambiente come una realtà unica da tutelare ed un bene di tutti; un mondo dove i principi della sostenibilità, della conservazione delle risorse naturali e della tutela della biodiversità siano i punti cardine alla base delle scelte dei singoli e dei popoli.

Obiettivi

Le attività di educazione ambientali mirano ad accrescere la comprensione dell’ambiente, dei suoi problemi e delle dinamiche di interazioni con l’uomo e le sue necessità, in particolare: conoscere ed imparare ad osservare la flora e la fauna dei diversi ambienti sempre più rari (i boschi, il canneto, gli stagni); conoscere e indagare i metodi di studio e d’indagine naturalistica;capire il valore delle aree naturali, l’importanza del loro ripristino e della loro conservazione; approcciare nel dettaglio, prendendo spunto da esempi presenti nel nostro territorio, i grandi temi ambientali e i problemi ad essi collegati.

Destinatari

Docenti e alunni della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado.

Tempi e modalità di realizzazione:

Martedì 1 ottobre: presentazione per docenti scuole primarie e secondarie di primo grado per le proposte da 1)

a 14) presso il Centro di Educazione Ambientale (C.E.A.), ingresso da via Zamenhof dopo il civico 302.

Martedì 8 ottobre: presentazione per docenti secondarie di primo e secondo grado per le proposte 1), 2), 3), 11), 12), 13) e 14) presso il C.E.A., ingresso da via Zamenhof dopo il civico 302.

Le lezioni in classe e i percorsi presso i siti naturalistici si svolgono dal 12 settembre al 30 giugno. Ogni attività è adattabile alle esigenze degli insegnanti

Proposta didattica:

 1) “Visita all’Oasi WWF di Casale”;

2) “Visita al bosco del ponte del Quarelo”;

3) “Visita all’Oasi Didattica della Valletta del Silenzio”; 

4*) Tra cielo e acqua-Il regno degli anfibi; 

5*) Sulle ali del vento-Il mondo degli uccelli; 

6*) Casa mia? una goccia d’acqua!Con il microscopio alla ricerca della vita; 

7*) I sensi della Natura-Come gli

animali percepiscono l’ambiente; 

8*) Il mondo degli insetti-Avvicinamento all’entomologia; 

9*) "Elementare, Watson!"-Tracce e indizi dalla Natura; 

10*) Foglie e fiori… esseri viventi attorno a noi-Lo studio della botanica;

11#) Il picco del petrolio: prospettive energetiche nel mondo che verrà; 

12#) L’impronta ecologica e il concetto di sostenibilità; 

13#) Il riscaldamento globale: cause ed effetti; 

14#) Il concetto di biodiversità: il problema della conservazione.

( * = realizzabile anche a scuola;  # = realizzabile solo a scuola)

Durata e materiali dei percorsi: I percorsi didattici presso il CEA o le scuole prevedono anche attività di laboratorio tramite l’utilizzo di supporti multimediali ed una modalità esperienziali. Le visite 1), 2) e 3) ed i percorsi dal 4) al 10) si realizzano in circa 1h30’ (logistica e pause escluse); le lezioni da 11) a 14) in circa 2h. Il pacchetto percorso didattico+visita all’Oasi WWF di Casale in circa 2h30’ (logistica e pause escluse).

Presentazione del soggetto che propone il progetto

Il Comitato WWF di Vicenza gestisce l’Oasi degli Stagni di Casale “A.Carta”, l'Oasi della Valletta del Silenzio e il bosco urbano del ponte del Quarelo promuovendo l’educazione ambientale, la cultura della sostenibilità e la conservazione della flora e della fauna locali. Il Comitato, in linea con le finalità associative del WWF, si adopera volontariamente per valorizzare e tutelare l’ambiente naturale del territorio.

INFO:

per adesioni e ulteriori chiarimenti scrivere a:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.